Mery and the very big city


Berlin is a big city. Berlin is a very big city. Ed io di fronte a questa “very big city” , mi sono sentita per qualche attimo troppo piccola per restaci. Poi tutto è passato. Qui il tempo è un’altra cosa rispetto a quello a cui ero abituata nel nord est italiano. Sia dal punto di vista metereologico (fino ad ora ho visto solamente nuvole che corrono veloci e non mi sono ancora capitati 3 giorni consecutivi di pioggia), sia dal punto di vista dei ritmi di vita: sembra tutto più lungo, ma anche più veloce. Saranno le metro che arrivano sfreccianti e ripartono in un attimo, il formicolio delle persone che si spostano, le distanze da percorrere che a volte sembrano cortissime, ma poi si rivelano più estese del previsto. E’ tutto fantasticamente diverso.  Ci si deve abituare. Si deve capire che qui il tempo ha un altro valore, che spostarsi non è un momento morto di minuti che scappano, ma un’opportunità per raccogliere idee, osservare diversità che si trasformano in ricchezze, per mettere in fila i pensieri e traformarli in progetti concreti. E di questo tempo, io ne sento davvero il bisogno: tanti stimoli, tante cose da realizzare, tanti dubbi, tante sensazioni da scomporre e riordinare. Mi ci vogliono questi momenti di stop forzato. E a volte sento il desiderio che la mia U-bahnhof non arrivi mai. Insomma, the adventure is start. And I’m living in the adventure. Incredible.

Ho rimesso in moto i fornelli, con un piatto tipicamente berlinese: la fregola sarda! ahahahah! Dopo 1 anno di ricerca sul suolo italiano, sono dovuta venire qui per recuperare queste fantastiche palline di semola. Anche questo fa parte dell’incredibile che è questa città. Ma la storia di questa fregola sarà in un altra puntata. Per il momento: guten appetit!

 

 

Fregola tiepida con verdure croccanti

Che cosa serve – per 4 persone

Fregola sarda       360 g.
Zucchine               2
Carote                  2
Ceci secchi           9 cucchiai
o ceci cotti         10 cucchiai
Uvetta                 4 cucchiai
Limone                1/2
Sale, Olio e.v.o.   q.b.

 

 

Come si prepara

La sera prima mettete a bagno i ceci in acqua fredda, con un pizzico abbondante di sale grosso (e un pezzetto di alga kombu, se ce l’avete a portata). Mettete in ammollo anche l’uvetta, sempre in acqua fredda.
Il giorno seguente, lessate i ceci come indicato qui . Lasciate intiepidire nell’acqua di cottura. Nel frattempo cucinate la fregola: portate ad ebollizione una pentola di acqua salata e tuffatevi la fregola. Lasciate cucinare per 20 minuti (o per il tempo indicato sulla confezione), mescolando di tanto in tanto. Tagliate le zucchine a tocchetti lunghi e sottili (ma non troppo!). Sbucciate e tagliate anche le carote. Scaldate una padella con un filo d’olio (io ho usato il wok) e quando sarà ben calda, fatevi saltare le carote, aggiungendo un pizzico di sale durante la cottura e mescolando molto spesso. Quando saranno dorate e lucide, toglietele dal fuoco e versatele in una terrina. Ripetete la stessa operazione con le zucchine. Scolate i ceci dall’acqua di cottura, e saltateli in padella come avete fatto con le altre verdure, aggiungendo qualche pizzico di sale in più. Attenzione: i ceci sono già cotti, quindi vanno lasciati sul fuoco solo per un paio di minuti! Scolate la fregola e unitela alle verdure. Aggiungete l’uvetta strizzata e condite con succo di limone ed olio. Aggiustate di sale, lasciate intiepidire ed è fatta! (questa “insalata” è ottima anche fredda il giorno dopo).
PS: potete aggiungere a piacere aneto, finocchietto, menta, per renderla più esotica!

 

Lascia un Commento

Protected by WP Anti Spam
Collaboro con
Spaccio per conto di
Mi piace assaggiare
Le mie ricette sono pubblicate su